New Thread
Reply
 
Vote | Print | Email Notification    
Author

SSC Napoli

Last Update: 10/31/2007 12:32 AM
Email User Profile
Post: 9,994
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/28/2007 1:43 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Napoli: Reja `Rigori? Dal campo sono netti`
`Un conto e` giudicare in diretta, un conto e` commentare alla moviola`

L`allenatore del Napoli Edy Reja dopo il successo sulla Juventus: `Rigori dal campo nettissimi`. Il 3-1 del San Paolo e` un risultato che porta i partenopei al quinto posto. Il tecnico e` entusiasta per la prestazione dei suoi: `Abbiamo chiuso molto bene tutti gli spazi. E loro, pur giocando con tre punte, hanno avuto poche occasioni. Nel primo tempo li abbiamo aggrediti molto e siamo ripartiti, anche grazie a un`ottimo Blasi. Penetravamo con gli esterni, ma anche con Lavezzi, che ha bisogno di molto spazio per esprimersi`.

Decisivi, ad ogni modo, sono stati i due rigori concessi da Bergonzi: `Dalla panchina mi sono parsi nettissimi. Quello di Zalayeta, rivedendolo alla moviola, sembra dubbio. Ma dalla panchina il movimento dell`attaccante sembrava normale. A velocita` normale si ha un`impressione diversa da quella della moviola`.

Reja fa il modesto quando si tratta di spartirsi i meriti: `Abbiamo giocatori molto dotati dal punto di vista fisico ma anche da quello tecnico. Penso a Blasi come ad Hamsik. Sono ragazzi. Poi ci sono singoli determinanti per esperienza internazionale come Blasi e Zalayeta che ci portano al mix determinante. Lavezzi e Gargano sono giovani, ma hanno grossa personalita`. I miei meriti sono pochi, con questo materiale sono facilitato`.

fonte: TGCOM



Email User Profile
Post: 9,995
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/28/2007 1:44 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Napoli: Domizzi `Ho giocato di psicologia`
`Per battere due volte Buffon dal dischetto ho dovuto pensare molto`

Il difensore del Napoli Maurizio Domizzi dopo la doppietta alla Juventus: `Ho giocato di psicologia`. Il centrale partenopeo ha deciso la sfida del San Paolo. Dopo il match e` ancora emozionato: `Non avevo studiato niente perche` quando giochi contro un portiere cosi` forte e` quasi impossibile. Ho giocato un po’ sul fatto psicologico sul secondo. Prima abbiamo anche parlato io e Buffon, perche` mi chiedeva cosa era successo secondo me. Io gli ho detto che novanta volte su cento in quelle situazioni si da` ragione all’attaccante. Sul resto preferisco non esprimermi. Con questo tipo di rincorsa spero di poter cambiare il tipo di tiro all’ultimo. Sinora sono stato bravo e fortunato`.

Domizzi resta prudente quando si parla del futuro della squadra: `Parlare di nuovi obiettivi ora e` prematuro. Partiamo pero` con la consapevolezza di avere una grande forza. E ora affrontiamo una trasferta, quella di Firenze, che secondo me e` ancora piu` dura della gara di oggi`.

fonte: TGCOM



Email User Profile
Post: 9,996
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/28/2007 1:47 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

GARGANO: ABBIAMO FATTO UNA GRANDE PARTITA
Il centrocampista del Napoli Walter Gargano, eletto miglior giocatore in campo da Sky, ed autore di un fantastico gol ha dichiarato: "Dobbiamo andar piano perchè tutta la squadra è forte ma dobbiamo stare tranquilli. Abbiamo fatto una grande partita e dobbiamo continuare a giocare così. La squadra ha messo il cuore in questa partita".
Redazione NapoliSoccer.NET



Email User Profile
Post: 9,997
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/28/2007 1:48 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

MARINO: GARGANO UN GOL CHE RICORDA MARADONA
Il direttore generale del Napoli, Pierpaolo Marino, entusiasta per la vittoria per 3-1 contro la Juventus intervenuto in sala stampa ha dichiarato: “Ricordo la partita contro il Cittadella, c’era solo il pubblico e quindi devo dedicare questa vittoria a quei 50 mila che stasera sicuramente erano gli stessi. Questa squadra non si arrende mai e poi io avevo ancora negli occhi le partite con la Juve del campionato scorso e della Coppa Italia che dopo il loro gol eravamo sempre pronti a rispondere, così come l’anno scorso al gol di Del Piero subito pareggiato da Bogliacino. Questa squadra non si arrende mai. Per un momento quando Gargano è partito e ha fatto quel gol ho avuto la sensazione come se fosse ritornato ‘lui’. Ricordo quel gol di Maradona col Brescia. Gargano è un giocatore di cuore e di grinta e che ha caratteristiche diverse da Maradona ma che ha saputo fare un gol come lui. Ci meravigliamo perché Blasi non venga convocato in nazionale e siamo contenti di averlo preso. La Juve ha grandi giocatori e qualcuno può anche perderlo per strada. L’unica nota triste di questa partita è la distorsione al ginocchio per Blasi e speriamo che domani il dottore ci dia una buona notizia. Siamo stati un po’ fortunati e qualche volta ci aiuta Dio ma io non ho nessuna ricetta magica se non quella di lavorare sodo. Straordinari i tifosi e sono convinto che rimarranno sempre così, anche perché poi chi è che desidera la squalifica di questo stadio? I giocatori da qualche anno a questa parte, per la precisione da tre anni, difendono la maglia così come merita di essere difesa. Sono giocatori che lavorano seriamente con un allenatore serio che qualche volta si è preso delle critiche ma che abbiamo sempre difeso”.

Dagli inviati in sala stampa, Gennaro Gambardella e Umberto Russo



Email User Profile
Post: 9,998
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/28/2007 1:50 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

DOMIZZI: UNA VITTORIA CHE FA STORIA, MORALE E CLASSIFICA
"SIAMO UNA MATRICOLA TERRIBILE!"
Il difensore del Napoli Maurizio Domizzi, autore di una doppietta su calcio di rigore, intervenuto in sala stampa ha dichiarato: “Eravamo consapevoli che si potesse giocare fino alla fine. Quando vai su qualsiasi pallone con questa convinzione e questa tranquillità sai che puoi farcela. Quando tiri un calcio di rigore contro un portiere così importante il fattore psicologico conta sempre. La fortuna poi ha voluto che calciassi bene entrambe le volte e anche se Buffon ci fosse arrivato la palla penso che sarebbe entrata lo stesso. E’ una vittoria che fa storia, fa morale e fa classifica. Adesso siamo alla fine di questo ciclo terribile e possiamo affrontare le partite in maniera più tranquilla anche per la posizione di classifica che ora occupiamo. Non voglio stare qui a gufarci però secondo me il ciclo sarà terribile verso marzo aprile. Ora o Fiorentina o Reggina per noi cambierà poco, perché ce la giochiamo con tutte allo stesso modo. A Roma il rammarico di qualche errore che potevamo evitare ma più di tanto non si poteva recriminare. Oggi ci sono stati quei cinque minuti di sbandamento ma bisogna anche dare atto ai giocatori della Juve che sono stati bravissimi con Palladino e Trezeguet nell’uno due. Siamo consapevoli di essere una matricola che però è terribile”.

Dagli inviati in sala stampa, Gennaro Gambardella e Umberto Russo



Email User Profile
Post: 9,999
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/28/2007 1:51 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

DE LAURENTIIS: UN NAPOLI BRILLANTE. BLASI E' STATO UNA FURIA
I RIGORI NON C'ERANO? MA ALLORA PERCHE' SI OSTINANO A NON METTERE LA MOVIOLA IN CAMPO?
Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, intervenuto in sala stampa, ha commentato la vittoria del Napoli sulla Juventus: “Dalla tribuna si vedeva ben poco e ho dato per buono che i rigori ci fossero. Se poi i rigori non ci sono come tutti mi hanno confermato allora io chiedo ai signori del calcio, che hanno messo a silenzio tutte le società, perché vi ostinate a non mettere per lo meno per i rigori questa benedetta moviola in campo? Ma allora cosa c’è dietro? Non capisco questo volersi ostinare a falsare sempre un campionato. Da anni state facendo una brutta figura e vi ostinate a farla ancora, ma per quale motivo? Al di la di questo il Napoli ha brillato ed è un gruppo di lavoro che deve crescere. Noi non è che possiamo andare subito in Champion’s League bruciando le tappe, non siamo dei maghi. Però questa è una squadra che ha dimostrato di avere un ritmo costante durante tutta la partita, con i giocatori che stanno trovando le giuste interazioni. Dispiace che dopo aver fatto 4 gol all’Olimpico e aver preso una traversa si dica solo che la Roma abbia giocato male e stasera che il Napoli ha vinto si parla solo dei rigori. Il mio pensiero in questo momento va a Blasi che si è fatto male ma non mi preoccupa per la sostituzione perché noi abbiamo 24 giocatori e il signor Blasi potrà essere sostituito ottimamente. La Fiorentina è una delle squadre più promettenti del campionato che sta facendo molto bene ma sono sicuro che anche noi faremo bene, peccato per Blasi che si è fatto male. Se sono venuto a Napoli e non sono rimasto a Los Angeles a fare il cinema è perché sono innamorato della napoletanità e di questo pubblico eccezionale. Oggi c’erano persone venute da Milano che sono rimaste imbambolate d’avanti a questo spettacolo. Godiamoci questa avventura. Blasi è stato veramente una furia, ma mi sono piaciuti tutti, anche Calaiò quando è entrato. Zalayeta non ha segnato e ogni tanto è macchinoso nel girarsi ma è uno che non si stanca mai. Questi sono tutti giocatori che hanno una resistenza per 90 minuti”.
Dagli inviati in sala stampa Gennaro Gambardella e Umberto Russo



Email User Profile
Post: 10,000
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Gold User
OFFLINE
10/28/2007 1:52 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

REJA: E' UNA SQUADRA CHE PUO' DARE GRANDI SODDISFAZIONI
Il tecnico del Napoli Edy Reja ai microfoni dei nostri inviati in sala stampa ha dichiarato: "Sono contentissimo, in modo particolare per i tifosi. Vincere contro la Juve è motivo di grande soddisfazione. Abbiamo giocato bene, in difesa abbiamo chiuso tutti i varchi e dal centrocampo in su abbiamo giocato alla grande. Al di la degli episodi e dei rigori non si può dire che il Napoli non abbia meritato di vincere questa partita straordinaria. Penso che questa squadra sia nata a Milano soprattutto nel secondo tempo quando abbiamo giocato alla pari con l'Inter. Lì è nata la consapevolezza di potercela giocare. Abbiamo fatto una partita perfetta sul piano difensivo a parte per qualche episodio che però ci può stare. Nel secondo tempo nessuno può dire niente di questa vittoria del Napoli che abbiamo meritato. Abbiamo giocatori che dal punto di vista organico e tecnico sono straordinari, basta vedere il gol di Gargano. Ha fatto un gol straordinario. Ognuno è padronissimo di fare le proprie valutazioni ma io metto in campo la squadra secondo una logica e fin quando i risultati mi danno ragione vado avanti così. Qualche volta posso commettere anche degli errori, ma questo ci può stare. Però da quando sono a Napoli penso che i risultati mi abbiano dato sempre ragione. Tra Grava e Garics ci sono caratteristiche diverse e a seconda dell’avversaria decido chi mandare in campo. Ho una rosa adeguata e posso anche scegliere e trovare delle alternative. Io predico sempre grande umiltà. Bisogna lavorare con grande intensità ma anche con grande umiltà. E’ un gruppo che va avanti con questa mentalità da molto tempo e ora i ragazzi si stanno prendendo le giuste soddisfazioni. Adesso possiamo andare a giocare a Firenze con una certa tranquillità, poi ci sarà la gara con la Reggina che sarà molto importante per noi. Il Napoli è un squadra che secondo me ci potrà dare delle grandi soddisfazioni ma intanto pensiamo alla salvezza. Il pubblico è da tanti anni che mi da grandissime soddisfazioni. So cosa vuol dire per il pubblico di Napoli battere la Juve. Ora gioiamo per questa vittoria ma da domani mattina pensiamo alla Fiorentina. La Juve a livello d’organico può essere altamente competitiva ma l’Inter è su un altro livello ed è irraggiungibile”.
Dagli inviati in sala stampa Gennaro Gambardella e Umberto Russo



Email User Profile
Post: 10,001
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Gold User
OFFLINE
10/28/2007 1:54 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

IL COMMENTO DI NAPOLI - JUVENTUS
IL NAPOLI REGOLA 3-1 LA JUVE ... CON DUE ASSIST DI BERGONZI !
Non c’è niente da fare, Napoli - Juventus è una partita dal sapore unico e dall’appeal particolare ed è sempre accolta da una splendida cornice di pubblico, sono oltre sessantamila gli spettatori che affollano l’impianto di Fuorigrotta in ogni ordine di posto, per assistere ad uno spettacolo annunciato. I bianconeri si presentano al San Paolo con tutta la sua truppa “partenopea” e con l’ex tecnico Ranieri, che pur squalificato in tribuna, non intende per niente concedere terreno ad un’Inter con il piede in fuga, mentre gli azzurri cercano il successo per confermare lo stato di crescita, già dimostrato, con spavalderia e personalità, sabato scorso all’Olimpico. La partita è subito vibrante, da una parte c’è Blasi ad incarnare il metronomo dall’altra Palladino a spaiare le carte e la partita vive frenetica sui numerosi capovolgimenti di fronte. Le ostilità le apre in pratica Domizzi che da calcio d’angolo spizzica bene la palla di testa, ma c’è Buffon che tra i pali fa buona guardia, poi tocca alla Juve graffiare e lo fa al 15’ quando Palladino imbecca Del Piero smarcato che dal dischetto trova però pronto Iezzo. Poi un controllo difettoso di Zalayeta in area semplifica l’intervento di Buffon ed infine un errore di Blasi, che incespica sul pallone, accende il fendente dal limite di Trezeguet che trova sulla traiettoria i pugni dell’estremo azzurro. Anche se questo è il resoconto delle finalizzazioni del primo tempo sono comunque tutte da incastonare in un quadro di trame veloci giocate con estrema intensità da entrambe le squadre.
La ripresa si apre con una doccia fredda per il pubblico, Palladino, il ragazzo di Mugnano, lanciato in area tenta un tiro al volo dal quale nasce però una scodellata apparentemente innocua per Iezzo se non fosse che sulla stessa si avventa il solito Del Piero che ancora una volta trova il gol al San Paolo. La Juve è in vantaggio ma il Napoli tira subito fuori l’orgoglio ferito che s’incarna tutto nella gambe di Gargano che tre minuti dopo con una manovra avvolgente aggira tutta la difesa bianconera penetra in area e fa secco Buffon in uscita con un preciso diagonale E’il pareggio, che manda lo stadio in bolgia! La partita rimane vibrante e la Juve non demorde, si mette ancora in mostra uno scatenato Palladino che trova profondità sulla destra e fa partire un invitante pallone verso la testa di Trezeguet che lo stampa sul palo, stavolta quell’avvoltoio di Del Piero da pochi passi stocca incredibilmente sopra la traversa. Un minuto dopo è ancora quel folletto di Palladino, dal lato destro stavolta, a crossare per Trezeguet ma la traiettoria che trova è la stessa sulla quale si fa trovare puntuale Iezzo.
Il Napoli non molla centimetri, Lavezzi è sempre pronto sfoderare la sua velocità mettendo in crisi Legrottaglie che lavora spesso con mestiere anche di braccia, Garics dal suo versante macina chilometri, Blasi e Gargano mantengono alto il pressing per impedire con successo ogni iniziativa di trama bianconera e l’equilibrio della partita si spezza al 62’ quando arriva il primo dei due “cadeau” dell'arbitro Bergonzi che legge da rigore l’intervento in area dell’incolpevole Chiellini su Lavezzi lanciato verso la rete. Non servono a niente le vivaci proteste juventine, Domizzi è impeccabile dal dischetto e spiazza Buffon sul lato sinistro così da far riesplodere lo stadio nuovamente di gioia. Non passa la sbornia, Bergonzi forse ne rimane vittima e serve ai convitati il secondo giro: bella è l’azione corale che porta Zalayeta, ben servito con un taglio in profondità, a tu per tu con Buffon che esce sui piedi del suo ex compagno di squadra il quale per saltarlo finisce in terra, per l’arbitro ed il suo assistente è incredibilmente ancora rigore che Domizzi è bravo a realizzare spiazzando l’incredulo portiere della nazionale, stavolta sul lato opposto.
La gioia che si misura è incontenibile, la girandola delle sostituzioni non cambia le sorti dell’incontro, una Juve con le gambe spezzate dall’uno-due non trova le misure per rientrare in partita, Reja manda a controllare ogni eventuale velleità del capitano bianconero prima con Contini e poi Cupi, per la Signora non c’è niente da fare anche perché il Napoli acquisisce sempre più consapevolezza circa i propri mezzi, così gli ultimi tocchi di palla trovano cornice nel pentagramma e tra le note che la platea, ebra di gioia, intona al canto di “oj vita oj vita mia…”. Il Napoli fa bella mostra di sé stasera, gioca bene con ogni sua individulità, convince il suo pubblico con belle giocate, strappa applausi per qualità ed intensità, l’unico rammarico è sicuramente stato quello di non essere potuto pervenire alla vittoria senza gli assist di Bergonzi (Collina mediti!), sarebbe stata d’un altro gusto. Forse è veramente giunto il tempo della moviola in campo, ma le regole del calcio sono ancora queste ed a Napoli vincere contro la vecchia Signora piace anche così!


Foto SkySport

Antonello Greco



Email User Profile
Post: 10,002
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Gold User
OFFLINE
10/28/2007 1:56 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

DE LAURENTIIS A FABIO CANNAVARO, CASA TUA E' QUI, Il Presidente collegato in diretta al programma "Sabato Sprint"
''Fabio sa che qui c'e' una casa sempre pronta per lui, qualunque ruolo volesse ricoprire. Oggi, domani o tra 10 anni''. Felice per la vittoria contro la Juventus, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis - collegato con la trasmissione 'Sabato Sprint', condotta da Enrico Varriale su Raidue - ha lanciato un messaggio d'amore a Fabio Cannavaro, a sua volta al telefono da Madrid. Messaggio ricambiato dal giocatore napoletano, ora al Real: ''Ringrazio il presidente per le belle parole - ha risposto -. Io sono sempre stato tifoso del Napoli, indossare quella maglia e' una cosa diversa ed un grande orgoglio. Ora ho ancora un anno di contratto con il Real Madrid, poi vedremo''. Cannavaro non si e' voluto sbilanciare a proposito dei due discussi rigori assegnati al Napoli dall'arbitro Bergonzi. Se l'e' cavata citando una famosa frase di Boskov: ''Rigore e' quando arbitro fischia...''.
Fonte: ANSA



Email User Profile
Post: 10,003
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Gold User
OFFLINE
10/28/2007 1:57 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

NAPOLI-JUVENTUS: LE PAGELLE DI NAPOLISOCCER.NET
IEZZO 6: Incolpevole sul gol aveva quasi respinto il bolide di Del Piero da 1 metro. Chiamato in causa pochissimo respinge un tiro difficile di Trezeguet. Inadoperato.
CUPI 6,5: Nessun effetto gli fa affrontare un campione come Del Piero e la classe del giovane Palladino. Conferma di essere uno dei migliori in questo avvio di stagione. Affidabile.
GARICS 6,5: Sulla fascia destra attacca e difende come da alcune gare ha abituato. Sempre più frequenti i suoi cross e le sue cavalcate. Promessa.
DOMIZZI 7: Per una volta oltre che da muro funge da goleador. Beffa, spiazzandolo, per due volte il N°1 al mondo Buffon. In difesa insuperabile. Freddo.
CANNAVARO 6: Prestazione buona e pulita per Paolino che dimostra sicurezza ed esperienza nelle retrovie. Pilastro.
SAVINI 6,5: La fascia da capitano sembra dargli super-poteri. Non sbaglia nulla il laterale azzurro che si propone e ritorna senza mai darsi per vinto. Ritrovato.
BLASI 7,5: Prestazione maiuscola per colui che è riuscito nell'intento di farsi rimpiangere dalla Vecchia Signora. Lotta contro tutti, una diga in mezzo al campo spesso si propone anche come rifinitore. Disumano.
GARGANO 7: Migliora la tecnica del folletto uruguayano che imbambola 4 uomini bianconeri e d infila un gol di caparbia. A centrocampo come al solito insuperabile. Tarantolato.
HAMSIK 6: Non brilla ma convince lo slovacco che senza sbavature opera dietro le punte servendo in profondità interessanti palloni. Sufficiente.
LAVEZZI 7: Come da copione la lenta difesa juventina patisce il fulmine napoletano. Si procura il primo rigore ed incanta i 60.000 del S.Paolo. Esagerato.
ZALAYETA 6: Con un tuffo inganna l'arbitro sul secondo rigore ma è lui il punto di riferimento in avanti del Napoli. Prestazione un pò sbiadita. Smarrito.

Sostituti

CALAIO': S.V.
CONTINI: S.V.
SOSA: S.V.

REJA 7: Il mister riesce ad ottenere il massimo dai suoi uomini che in ogni reparto eguagliano il potenziale bianconero senza mai patire nulla. Navigato.

Migliore in campo: BLASI

Rubrica settimanale a cura di: Fabio De Francesco



New Thread
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 8:12 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com