New Thread
Reply
 
Vote | Print | Email Notification    
Author

SSC Napoli

Last Update: 10/31/2007 12:32 AM
Email User Profile
Post: 9,918
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/16/2007 1:48 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Napoli verso il ritiro anticipato


CASTELVOLTURNO - Problemi nello spogliatoio? Ma quali problemi, la situazione è sotto controllo. L’episodio avvenuto tra Domizzi e Sosa rientra nella routine di un allenamento: uno interviene in maniera troppo decisa, l’altro reagisce. Sapete quante ne succedono? L’importante è che tra i due lo screzio sia finito un minuto dopo, io ero presente. Per quanto riguarda la storia di Lavezzi, invece, si è voluto ingigantire una discussione avuta per questioni di traffico, nonché una reazione scatenata da una provocazione. E non era notte inoltrata.

Pierpaolo Marino fa intendere di avere la situazione in pugno. Più in là, so io cosa dovrò dire alla squadra. Non adesso sottolinea il direttore generale, depistando. Ufficialmente prova così a stemperare i due casi esplosi ne Napoli mentre lui era all’estero ad assistere ad una gara tra nazionali Under21: Domizzi e Sosa, che giovedì pomeriggio erano venuti quasi alle mani dopo uno scontro ruvido di gioco; Lavezzi, invece, che, dopo un tamponamento, con l’appoggio della compagna stava per azzuffarsi in pieno centro con alcuni giovani che lo avevano riconosciuto e apostrofato.

Io preferisco giocatori vivaci ad altri che sono amorfi – aggiunge il direttore generale riferendosi all’episodio tra Domizzi e Sosa – L’agonismo eccessivo durante la settimana è testimonianza di attaccamento e di impegno. Con questo non intendo giustificare chicchessia ma solo precisare che la situazione nello spogliatoio è sotto controllo.

Ufficiosamente, però, il braccio destro di De Laurentis ha in mente di richiamare tutti alle proprie responsabilità. Da subito, non “più in là”, come riferisce. Se c’è una cosa a cui Marino tiene di più è il rispetto del regolamento interno; la cura dell’immagine del club; il comportamento esemplare in campo e fuori. I due episodi l’avranno infastidito non poco, quindi, eppure Marino fa finta di nulla, di voler parlare al gruppo solo alla vigilia della partita con la Roma.

In realtà sta meditando di farlo da subito. Si aggira per il centro con fare sornione. Entra ed esce dagli uffici. Commenta con soddisfazione la convocazione di Cannavaro junior in nazionale: Merito suo che ha creduto in noi e del Napoli che l’ha aiutato a ritornare in A. Evidentemente Marino aspetta solo che a Castelvolturno non ci siano più cronisti. Alle 18.30, convoca tutti in una sala dell’albergo adiacente il centro sportivo. E tiene a rapporto la squadra per circa un’ora (assenti i nazionali Cannavaro, Gargano, Hamisk e Garycs).

Facilmente intuibile cosa avrà detto ai calciatori: ha stigmatizzato il comportamento di Domizzi e Sosa, scontratisi in allenamento; ha invitato tutti ad evitare atteggiamenti lesivi della propria reputazione e quella del club; ha ribadito che la società non perdonerà chi sgarra. Ed infatti saranno fortemente multati i due calciatori. Per quanto riguarda Lavezzi, che sostiene di essere stato provocato, la società si riserva di prendere una decisione. Oggi, intanto, verrà stabilito se è il caso di andare in ritiro da giovedì. Di sicuro, nel Napoli è scattata la tolleranza zero.

Rassegna Stampa (corriere dello sport) – Mencocco Fabio



Email User Profile
Post: 9,919
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/16/2007 1:48 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

PROBABILE FORFAIT DI GARGANO A ROMA


Walter Gargano molto probabilmente salterà la sfida di sabato dell'Olimpico. Il centrocampista azzurro, difatti, rientrerà dalla trasferta sudamericana venerdì notte o addirittura sabato mattina. Tutto ciò lascia presagire un turno di riposo per il minuto volante di Paysandù, al cui posto dovrebbe scendere in campo il connazionale Bogliacino.pianetanapoli.



Email User Profile
Post: 9,921
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/20/2007 12:27 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

SCHWOCH: LAVEZZI MI HA IMPRESSIONATO MOLTO
IL NAPOLI A ROMA DEVE FARE ATTENZIONE AGLI INSERIMENTI DA DIETRO
LAVEZZI CE L'HA MIO FIGLIO NEL FANTACALCIO!

L'ex bomber del Napoli, Stefan Schwoch, oggi festeggia il suo compleanno. Ecco le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Radio KissKiss Napoli, raccolte dalla redazione di NapoliSoccer.NET: "A 38 anni il calcio per me è ancora motivo di divertimento e di competizione. Ho raggiunto tre promozioni dalla B alla A che non sono poche poi una volta raggiunta la serie A non so per quale motivo le società hanno sempre deciso di vendermi e io sono il tipo che quando non sento la fiducia della società preferisco cambiare. In serie A ha giocato gente che non ha fatto neanche la metà dei gol che ho fatto io in B. Poi ognuno fa le sue scelte magari anche io posso aver sbagliato. Lavezzi mi piace molto, è un giocatore che secondo me è più un assistman che un goleador. E' uno che di gol in Italia non ne farà tanti però l'ho visto giocare e mi ha fatto una grandissima impressione e poi ce l'ha mio figlio nel fantacalcio! Adesso sto facendo la parte più bella del mondo del calcio che è il calciatore anche se poi mi piacerebbe fare il direttore sportivo, so che bisognerà avere tanta umiltà e cercare di apprendere nel migliore dei modi un nuovo mestiere.
Con la Roma il Napoli deve fare una grande partita perchè secondo me affronterà una delle squadre che giocano meglio in Italia. Dovrà stare attento agli inserimenti da dietro dei giallorossi. La Roma gioca benissimo al calcio. Col Vicenza non siamo partiti benissimo, anche se sabato abbiamo fatto una vittoria importante a Treviso e ora cerchiamo continutà ma sappiamo che il campionato di B sarà difficile".
Redazione NapoliSoccer.NET



Email User Profile
Post: 9,922
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/20/2007 12:28 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

REJA: A ROMA DOBBIAMO DARE IL 102%
NON CREDO CHE CAMBIERO' MOLTO. CI SARA' IL RIENTRO DI BLASI.
VALUTERO' SOLO OGGI LE CONDIZIONI DI GARGANO

L'allenatore del Napoli, Edy Reja, è intervenuto in esclusiva radiofonica su Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live: “Dobbiamo dare il 102%, non basta il 100% per fare bene a Roma”. Sul morale della squadra Reja è sereno: “Il nostro morale è buono, siamo arrivati oggi alla Borghesiana in due ore, ma bisogna essere di buonumore più domani con la Roma che oggi. Formazione? Non credo che cambierò molto, ci sarà il rientro di Blasi, per il resto non ci sono particolari problemi. Valuterò però solo oggi le condizioni di Gargano, gli parlerò e poi deciderò. Il tridente? Sono solo prove – ha precisato il tecnico all’emittente campana - ho sei punte sono costretto a schierare durante la settimana questo sistema di gioco per farle giocare, non è che provo, quando faccio le partitelle metto in campo dieci contro dieci, ma non vuol dire che poi adotterò il modulo a tre punte. Lo schieramento è sempre lo stesso, il 3-5-2, potrei cambiare nel corso della gara, la mia squadra deve avere questo tipo di duttilità. Senza tifosi? Prima di tutto, dal punto di vista sportivo, è assolutamente avvilente – ha detto Reja a Radio Marte - che in un derby del sud non vi sia il grande pubblico. Da alcuni anni mancava questa sfida, è chiaro che i tifosi napoletani sono particolarmente penalizzati. Non è giusto, sarebbe stato bellissimo vedere l’Olimpico pieno di tifosi di opposte fazioni, per me è una grande sconfitta per il calcio, in modo particolare per il pubblico. Per noi inoltre avere sempre al fianco i nostri tifosi, che ci danno sempre un’importante mano, è chiaramente uno svantaggio”. Sui suoi precedenti all’Olimpico Reja preferisce non ricordare: “Ho giocato più di qualche volta, quando c’era Fabio Capello ho perso in alcune occasioni, mi sembra 2-1, meglio non rimembrare. Promesse? Noi come sempre mettere in campo un grandissimo impegno, affrontiamo una squadra che sta viaggiando a ottimi livelli, ha recuperato anche Perrotta, anche se non so se giocherà. Da parte nostra ci sarà un massimo impegno, ripeto dovremo dare non il 100% ma il 102% in queste gare che tra l’altro danno stimoli straordinari”.
Redazione NapoliSoccer.NET - Fonte: Radio Marte



Email User Profile
Post: 9,923
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/20/2007 12:29 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

DE LAURENTIIS: "VOGLIO GIOCATORI ESEMPLARI", Devono essere un esempio per tutti, in campo e fuori.
Rientrerà a Roma solo poche ore prima del derby. Aurelio De Laurentiis è fuori dell’Italia per impegni cinematografici che non gli fanno dimenticare il Napoli. Anzi. Oggi, parla alla squadra, domani sarà sugli spalti dell’Olimpico. «Tolleranza zero», ha detto Marino lunedì scorso dopo la rissa Sosa-Domizzi e dopo la zuffa che ha visto coinvolto Lavezzi. Nel consueto discorsetto pre-partita, il presidente inviterà tutti a mantenere sempre un comportamento all’altezza del prestigio del club: «Dovete essere di esempio per tutti, in campo e fuori, al di là dei risultati che tutti ci auguriamo possano ritornare ad essere dei migliori». Dopo Inter-Napoli De Laurentiis aveva dato qualche indicazione a Reja parlando di sostituzioni, dell’impiego di Rullo, Garics, Calaiò. A distanza di due settimane, l’allenatore prende in considerazione i consigli del suo presidente, ma solo in parte. Almeno inizialmente, infatti, il Napoli non dovrebbe discostarsi di molto da quello visto a San Siro. Ci saranno il ritorno in squadra di Cupi e di Blasi, quella sera squalificato per un turno, e forse l’innesto a centrocampo di Garics a destra. A restar fuori dovrebbero essere Contini, Grava e Bogliacino. In tal caso, sarà Savini a indossare la fascia di capitano che in questa stagione, tra Coppa e campionato, è passata di braccio in braccio più volte. Reja prenderà oggi pomeriggio, dopo la rifinitura alla Borghesiana di Roma, la decisione sull’undici da mandare in campo contro gli uomini di Spalletti,. Per la verità, in queste due settimane Reja ha provato spesso e volentieri il Napoli con il tridente, ma è soltanto un’opzione che il tecnico si è riservato di adottare nel corso della partita. Ovvero, in caso di necessità: se il risultato dovesse essere sfavorevole, il Napoli potrebbe cambiare modulo e schierarsi con due esterni di attacco alle spalle della prima punta, Zalayeta o Sosa. Insomma, Reja ha preparato due Napoli per affrontare il delicatissimo derby che arriva dopo due sconfitte, Genoa e Inter. Reja ha voluto premunirsi e far lavorare i suoi calciatori, mettendoli in condizione con due-tre cambi di far mutare volto alla squadra. Il Napoli con il tridente potrebbe essere così varato: Iezzo; Cupi, Cannavaro, Domizzi; Grava, Blasi, Gargano, Savini; De Zerbi, Lavezzi; Sosa. Il tecnico ha deciso, d’accordo con Marino, di portare ventidue calciatori a Roma. Saranno aggregati anche Dalla Bona e Capparella, rimasti a casa in occasione di quasi tutte le precedenti trasferte. Non sono stati giorni facili quelli vissuti ultimamente dagli azzurri. Ci sono stati un paio di episodi (rissa a Castelvolturno tra Sosa e Domizzi; zuffa notturna per motivi di viabilità in via Chiatamone con Lavezzi protagonista) che hanno fatto discutere, e non poco, al di fuori e all’interno dello spogliatoio e che hanno portato la società a decidere di non far rilasciare dichiarazioni ai calciatori né giovedì, né ieri onde evitare che potessero sorgere nuove polemiche. Marino è stato chiaro: «Tolleranza zero». Uomini avvisati...

Il Mattino



Email User Profile
Post: 9,924
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/20/2007 12:31 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

LIPPI: COSI' IL NAPOLI PUO' FERMARE LA ROMA, Velocità e determinazione le armi degli azzurri.
Nostalgia della panchina. Voglia di pallone e adrenalina. Non lo nasconde più Marcello Lippi che di qui a poco potrebbe annunciare il gran ritorno. Intanto guarda e studia. Annota e tiene a mente. E domani seguirà con interesse il Napoli all’Olimpico contro i giallorossi. Roma e Napoli. Squadre assai diverse. Viste dal ct campione del mondo come sono? «La Roma è formazione di alto livello. Risultato di una programmazione cominciata tre stagioni fa e di una evoluzione tecnica e tattica molto interessante. Davvero un buon lavoro». La squadra più forte dopo l’Inter? «Assieme all’Inter, direi, ora che ha dato più forza e qualità alla rosa. Quello che negli anni scorsi era un limite, un difetto adesso non c’è più». E il Napoli? «Mi piace. Mi piace la politica che fa. Mi piace quel suo saper pescare bene tra i giovani in Italia e fuori. Ma non mi dispiace neppure quello che fa in campo. Il Napoli, infatti, gioca palla a terra, in verticale e in velocità». Quando pensa ai giovani a chi pensa? «A due in particolare: Hamsik e Lavezzi. Sono davvero bravi. E la loro carriera sta cominciando solo ora». E Zalayeta che lei conosce bene? Un buon avvio, poi... «Poi che cosa? Gli vogliamo chiedere forse di fare gol ogni volta che va in campo? Lui per il Napoli è importante. Gioca per la squadra. Se non segna manda gli altri a punto. Abbiamo già dimenticato quel fantastico triangolo che portò Hamsik a fare un gran bel gol?» Roma-Napoli, dunque. Che partita verrà fuori? «Se la Roma è con l’Inter il miglior prodotto del nostro campionato, vuol dire che rispetto al Napoli ha qualcosa in più». Quindi tutto scontato: gioco e risultato. «Macché. Quando c’è un pallone di mezzo di scontato non c’è proprio niente. Il Napoli certe differenze può colmarle con la velocità, la determinazione, la forza del suo collettivo». Parole dettate da un vecchio sentimento azzurro? «Nient’affatto. Il sentimento c’è, ma dico quel che penso: questo Napoli può creare problemi a qualsivoglia squadra. Roma compresa». E guardando invece più in là della Roma, qual è la dote che il Napoli deve maturare? «La pazienza. Questa è una squadra in crescita. Pensata e costruita per crescere e migliorare nel tempo. Che cosa voglio dire? Semplicemente che non bisognerà drammatizzare davanti a qualche passo falso. Chi avrà la pazienza d’aspettare non resterà deluso». Delusi, invece, tanti e tanti tifosi romanisti e napoletani. Domani, infatti, Olimpico aperto solo agli abbonati. Ma è giusto oppure no? «Le problematiche che portano a certe decisioni sono così complesse che credo sia meglio far decidere in pace chi ha il compito di farlo. Cert’è, dopo la tragedia di Catania il calcio non poteva stare più a guardare».

Il Mattino



Email User Profile
Post: 9,927
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/20/2007 1:53 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

TORNA ALL'OLIMPICO IL DERBY DEL SUD
Roma e Napoli si sfidano per la 121esima volta

Torna la sfida tra Roma Napoli in un Olimpico solo per gli abbonati. 121esima gara in totale e 61esima in casa giallorossa. Spalletti recupera Cassetti e Perrotta, Reja ha a disposizione la rosa al completo. Luciano Spalletti festeggia le 280 panchine in serie A.

Torna all'Olimpico il Derby del Sud
Tra Roma e Napoli è la sfida n. 121

Torna la sfida tra Roma Napoli. All'Olimpico solamente gli abbonati, ma lo spettacolo è assicurato. 121esima gara in totale e 61esima in casa giallorossa. Spalletti recupera Cassetti e Perrotta, Reja ha a disposizione la rosa al completo. Luciano Spalletti, che festeggia le 280 panchine in serie A, non ha mai vinto contro Edy Reja. I precedenti parlano di 41 vittorie della Roma, 44 pareggi e 35 vittorie del Napoli.

C'era una volta quando le due tifoserie erano gemellate, quando ci si scambiava i gagliardetti a centrocampo prima ancora che le squadre scendessero sul terreno di gioco. C'era una volta la tifoseria napoletana che portava a spasso per tutta Italia un asinello, un ciuccio in carne ed ossa come simbolo vivente del loro stemma. Ecco, c'era una volta e la favola si interrompe bruscamente perchè tutto questo non c'è più.

Per chi volesse raccontarlo, parte cosi, male, questo anticipo al sabato tra la Roma e il Napoli allo stadio Olimpico. Una gara a rischio: questo è diventata una delle sfide più suggestive del calcio nostrano e come tale, secondo l'Osservatorio, merita che sugli spalti ci siano solamente gli abbonati giallorossi e non una tifoserie intera. Senza voler concedere nessuna prova d'appello.

Spettacolo sugli spalti o meno, comunque si gioca. Spalletti taglierà il traguardo della 280esima panchina nella massima serie e non ha mai battuto il collega Reja e già questa è una sfida nella sfida. Per il resto, la Roma ritrova Cassetti e Perrotta anche se i due partiranno dalla panchina. Per il resto spazio a una difesa con Cicinho, Mexes, Ferrari e Tonetto. In mezzo al campo, ancora out Aquilani, ma c'è Pizarro con De Rossi al suo fianco. In avanti l'unica punta Totti con i suoi scudieri Giuly, Vucinic e Mancini.

Sponda partenopea, Reja ha tutti gli uomini a disposizione, anche Gargano, rientrato un giorno dopo gli altri dalla nazionale. Iezzo sarà in porta con Cupi, Domizzi e Cannavaro davanti a lui in difesa, in mezzo centrocampo folto per cercare di arginare la velocità giallorossa con Garics, Blasi, Gargano, Hamsik e savini. In avanti Zalayeta e Lavezzi.

Arbitra il signor Tagliavento di Terni.

fonte: TGCOM



Email User Profile
Post: 9,928
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/20/2007 1:54 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

forza ragazzi [SM=g6958] schiattamml a cap [SM=x108137]



Email User Profile
Post: 9,929
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/21/2007 1:45 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

che partita [SM=g27830] finita 4-4 ma il Napoli ha fatto una partita straordinaria [SM=x108127] le danze sono state aperte dal grande Pocho Lavezzi dopo appena 2 minuti dal fischio d'inizio [SM=x108131] poi è inziata la pioggia di gol all'olimpico.Il Napoli è andato x ben 3 volte sotto ed è riuscito a rimontare sempre e poi una traversa del POCHO (la traversa stà ancora tremando eh [SM=g6958] ) senno finiva con la vittoria nostra...ma ci accontentiamo [SM=g27811] abbiamo dimostrato di essere una signora squadra [SM=x108127] .

GRAZIE RAGAZZI [SM=x108131]



Email User Profile
Post: 9,930
Registered in: 12/6/2001
Gender: Male
Utente
Master User
OFFLINE
10/21/2007 1:46 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

ALL'OLIMPICO C'E' LA FIERA DEL GOL
Spettacolare derby del Sud, Roma-Napoli finisce 4-4

Reti a grappoli nel big match dell'Olimpico, svoltosi alla presenza dei soli abbonati. Apre le danze Lavezzi, ma poi Totti e Perrotta rispondono. Hamsihk firma il pari prima dei gol di De Rossi, Gargano, Pizarro e Zalayeta.

Roma-Napoli è la fiera del gol:4-4
I partenopei agguantano il pari all'84'

Roma-Napoli, giocata alla sola presenza degli abbonati, si è conclusa con uno spettacolare 4-4. A passare in vantaggio sono i partenopei al 2' con Lavezzi, ma la Roma ribalta il risultato prima con un rigore di Totti e poi con Perrotta al 41'. Il 2-2 lo firma Hamisk al 46', ma De Rossi al 51' riporta in vantaggio i giallorossi. Gargano al 63' firma il 3-3, ma Pizarro al 79' sigla il 4-3 prima del definitivo pari di Zalayeta all'84'.

LA PARTITA

Peccato solo non ci fossero gli spettatori delle grandi occasioni all'Olimpico per il ritorno del derby del Sud dopo 6 anni, tutta colpa del pericolo degli incidenti tra le tifoserie che hanno lasciato il solo ingresso allo stadio agli abbonati giallorossi. Gol a grappoli in Roma-Napoli, ma anche festival delle difese un po' troppo allegre, ma per una volta, dato lo spettacolo che ne è uscito, si possono anche perdonare. La difesa giallorossa ha concesso troppo e a turno Lavezzi, Hamsik, Gargano e Zalayeta ne hanno approfittato. Il primo lo fa subito, quando il cronometro deve ancora segnare il secondo minuto di gioco. Zalayeta raccoglie una punizione di Hamsik e serve il solissimo Lavezzi: per il fulmine (El pocho) è un gioco mettere sotto la traversa. Ma poi è la Roma a salire in cattedra, complice il Napoli che si lascia schiacciare nella propria metà campo, tanto che i giallorossi riescono a ribaltare il risultato. Nella ripresa gli azzurri trovano il pari con un super Hamsik e si sprecano i ribaltamenti di fronte da entrambe le parti, tanto che il pari che ne esce è il risultato più giusto. Per gli uomini di Reja è un punto importante, dopo due sconfitte consecutive, mentre per la Roma inizia male il ciclo di gare che la porterà a novembre alla sosta per la Nazionale passando per il decisivo doppio confronto di Champions con lo Sporting Lisbona.

GOL, OCCASIONI E MOMENTI CLOU

0-1 2' NAP Al pronti via è già il Napoli a passare in vantaggio con Lavezzi che, su assist ravvicinato di Zalayeta, trova di destro un potente diagonale che s'infila alle spale di Curci.
11' ROM Colpo di testa da centroarea di Giuly, su cross dalla destra, ma la palla termina alta sopra la traversa.
13' NAP Hamsik lancia dalla destra Zalayeta, ma la conclusione dell'uruguayano viene ribattuta da Mexes.
17' ROM Ci prova Pizarro dalla distanza ma la sua conclusione è debole e diventa facile preda di Iezzo.
23' ROM Totti prova la bomba su punizione dal limite, ma la sua conclusione termina a lato.
1-1 30' ROM Capitan Totti, con un preciso destro su rigore segna il pareggio per i giallorossi. Il penalty era stato concesso per fallo di Paolo Cannavaro su Pizarro.
33' ROM Mancini sul lato destro, su assist di Totti, gira in porta ma la palla termina fuori.
39' ROM De Rossi ci prova con una conclusione di destro da fuori, ma la palla termina alta sopra la traversa.
40' ROM Giallorossi sempre in attacco con un destro da fuori area di Pizarro che però non inquadra la porta.
2-1 41' ROM Perrotta realizza di destro in area su respinta corta di Iezzo su tiro da fuori area di Totti.

2-2 46' NAP Hamsik riporta in parità i partenopei con uno spendido destro in area.
51' NAP Ancora lo slovacco ci prova dalla distanza, su cross di Zalayeta, ma la sua conclusione termina di poco a lato.
3-2 52' ROM De Rossi con un destro dalla distanza, non trattenuto da Iezzo, porta in vantaggio i giallorossi.
3-3 64' NAP Gargano con un gran destro dal limite trafigge Curci, non esente da colpe.
65' NAP Ancora Lavezzi che con un potente destro colpisce la traversa.
4-3 79' ROM Pizarro su calcio di punizione sigla il vantaggio giallorosso.
4-4 84' NAP Zalayeta di testa, sugli sviluppi di un calcio di punizione di Hamsik, riporta i partenopei in parità.

IL TABELLINO

ROMA-NAPOLI 4-4
Marcatori: 2' Lavezzi (N), 30' Totti (rig.), 41' Perrotta, 46' Hamsik (N), 51' De Rossi, 63' Gargano (N), 80' Pizarro, 84' Zalayeta (N)
Ammoniti: Lavezzi, Cupi, Hamsik (N); De Rossi, Ferrrari.

Roma: 1 Curci, 3 Cicinho (59' Cassetti), 21 Ferrari, 5 Mexes, 22 Tonetto, 16 De Rossi, 14 Giuly (90' Panucci), 30 Mancini, 20 Perrotta (65' Vucinic), 7 Pizarro, 10 Totti. All. Spalletti.

Napoli: 1 Iezzo, 28 Cannavaro, 16 Cupi (77' Contini), 26 Domizzi, 19 Savini (82' Calaiò), 8 Blasi, 23 Gargano, 14 Garics, 7 Hamsik, 7 Lavezzi (85' Bogliacino), 25 Zalayeta. All. Reja.

Arbitro: Paolo Tagliavento

fonte: TGCOM



New Thread
Reply
Cerca nel forum

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:06 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com